Trattamento mininvasivo della calcolosi urinaria con l’endoscopia e il laser

Il trattamento della calcolosi urinaria (renale, ureterale, vescicole) è radicalmente cambiato. Per la calcolosi delle alte vie urinarie, ossia per i calcoli renali e ureterali, la terapia raramente è chirurgica. La terapia moderna consiste nel trattamento con la litotrissia extracorporea (ESWL) in regime ambulatoriale, oppure con l’endoscopia. Quest’ultima può essere suddivisa in due parti: il trattamento endoscopico dei calcoli ureterali (ureteroscopia) e il trattamento percutaneo della calcolsi renale complessa (PCNL). La PCNL consiste in nella creazione di una piccolissime incisione cutanea, di circa 1 cm, al livello del fianco attraverso la quale viene inserito un endoscopio che raggiunge il rene. Attraverso l’endoscopio vengono inseriti gli strumenti per la frammentazione e l’asportazione dei calcoli. La vera novità è l’endoscopia pura renale, ossia l’ureterorenoscopia (RIRS). Con questa metodica gli endoscopi vengono inseriti attraverso l’uretra e raggiungono il rene. A questo livello i calcoli possono essere frammentati e polverizzati o asportati. Si evita quindi qualsiasi incisione cutanea, le complicanze sono molto rare e la degenza molto breve. Tutto questo è possibile soprattutto grazie a due innovazioni tecnologiche: gli strumenti sottili e flessibili, le telecamere ad alta definizione e il laser per la frammentazione dei calcoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...